DOVE SIAMO

Il Gruppo Genitori Figli con Handicap ha la propria sede, sia legale che operativa in via Marconi 405-411 a Soliera (MO).

Clicca qui per visualizzare la mappa



SOLIERA QUALCHE BREVE CENNO

Soliera (Sulêra in modenese) è un comune di 14.627 abitanti della provincia di Modena. Soliera fa parte dei quattro comuni dell'Unione Terre d'Argine. Situato in territorio completamente pianeggiante nella Val Padana, il Comune di Soliera dista circa 10 chilometri da Modena e 8 chilometri da Carpi. Il nome Soliera deriva dal latino "solarium", cioè il solaio scoperto dove si lasciava il grano al sole ad essicare. La posizione particolarmente soleggiata di questo borgo agricolo è raffigurata anche nello stemma comunale che ripropone un sole dal volto umano sormontato da una corona.


STORIA DI SOLIERA  

E' dell'anno 1029 l'atto citato dallo storico modenese Ludovico Antonio Muratori nella sua opera Antichità Estensi, col quale il marchese Ugo Estense acquistò la proprietà da un esponente della famiglia dei Boiardi, di alcuni territori tra i quali Soliera. La vicinanza a sud con Modena e a nord-ovest con Carpi ne fecero un obiettivo desiderabile sia dagli Este, che dopo averla occupata eressero il castello nel 1370, che dai Pio di Savoia, venne a lungo occupata e contesa dalle due famiglie fino al 1635, quando venne resa marchesato e concessa a Pietro Campori, i cui discendenti furono feudatari di Soliera fino all'arrivo di Napoleone Bonaparte nel 1796. Con la Restaurazione ed il ritorno dei duchi d'Austria-Este, Soliera divenne una villa del Comune di Modena, e tale rimase sino all'Unità d'Italia quando divenne comune autonomo.


ECONOMIA DI SOLIERA

Il comune di Soliera fa parte del distretto della maglieria di Carpi, e la fertilità delle sue campagne lo rendono idoneo alla attività agricola. Sono presenti produzioni di vino, Parmigiano-Reggiano, frutta, cereali e l'allevamento suinicolo. Sul versante industriale sono ben sviluppati i settori della meccanica di precisione e della produzione di macchine per la lavorazione del legno.